INTRODUZIONE

Perchè un sito dedicato alla consulenza organaria, all'organo, alla musica organistica e al canto in liturgia?

Spesso si dice: "la pratica vale più della grammatica". E nel caso dell'arte organaria assai più che in altri campi, specialmente nella nostra cultura italiana, negli ultimi decenni ci si è abituati - pur con le dovute eccezioni - ad una netta contrapposizione tra questi due aspetti: il primo sarebbe competenza degli artigiani costruttori e restauratori i quali tendono spesso - come è naturale - ad accontentarsi del raggiungimento empirico di certi risultati secondo metodi consolidati, mentre il secondo è divenuto appannaggio di organologi e musicologi, in una prospettiva in cui l'aspetto storico-documentario, favorito dalla sovrabbondante presenza e dall'interesse quasi esclusivo per il materiale archivistico, tende sempre più a prevalere su quello tecnico-musicale.

La convinzione che ha portato alla pubblicazione di questo sito è che non vi sia contrapposizione tra i vari aspetti - pratica, cioè confronto intelligente con la realtà; teoria, cioè conoscenza dei fattori che costituiscono la realtà; e, soprattutto, lo scopo, la funzione per cui essa esiste - che per natura concorrono in uguale misura ad una autentica cultura che, come ogni espressione umana, non è formata di tanti compartimenti stagni ma è essenzialmente unitaria.

Si potrebbe facilmente obiettare che non esistono i "tuttologi": ed è pur vero che, apparentemente, l'approfondimento sembra portare come naturale conseguenza la specializzazione sempre più spinta. Ma se la conoscenza approfondita di un dettaglio o un singolo aspetto non è ricondotta al contesto unitario perde inevitabilmente senso, restando fine a se stessa.

Per questo, nelle varie sezioni che compongono il sito, il lettore troverà presentati - soprattutto in chiave divulgativa - tutti gli aspetti connessi con l'organo: dal servizio di consulenza alla tecnica organaria, dal restauro dell'organo storico con tutte le problematiche connesse all'uso dello strumento in liturgia passando per l'improvvisazione organistica e l'accompagnamento del canto.

Infine - ma non meno importante - lo scopo principale di queste pagine è sì una trattazione approfondita e necessariamente tecnica di molti aspetti legati all'organo a canne e alla sua gestione, ma anche - e soprattutto - un'opera divulgativa che renda questi contenuti accessibili a chi, pur non essendo del mestiere, si trova ad occuparsi a vario titolo di questo strumento, specialmente dal punto di vista amministrativo.

Entra nel sito